Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
©credits

Curare è meglio che prevenire

Quello che segue è un estratto del testo del mio speech al TEDxCremona dell’11 settembre 2021.

….C’è una strana somiglianza, che mi colpisce, tra il processo di apprendimento e quello di immunizzazione: quando ci vacciniamo, ci viene inoculata una piccolissima quantità di germe patogeno, sia pure attenuata, per scatenare la risposta immunitaria – in un certo senso, quindi, per immunizzarci ci ammaliamo un po’. Chi si occupa di dinamiche cognitive ha osservato lo stesso andamento a “u” nell’apprendimento – specialmente in certe forme di apprendimento, come quello linguistico: da una fase iniziale di competenza a una intermedia di apparente perdita della competenza, a una finale in cui la competenza viene riconquistata e consolidata.  I ricercatori  parlano di u-shaped learning:  un meccanismo che addirittura sembrerebbe indispensabile nei casi in cui si tratta di acquisire un set articolato di regole, da applicare in contesti complessi.

Ma a parte la ricerca, cosa ci dice l’esperienza? Cos’è accaduto quando abbiamo iniziato a imparare? Iniziando la scuola, abbiamo anzitutto incontrato persone. Una, in particolare: un maestro, un insegnante, che ci assegnava i compiti, ci interrogava, ci spiegava la lezione. Prima di tutto questo, tuttavia, questa persona ha iniziato con il rivolgersi a noi –  a tutti, e a ciascuno; prima ancora di trasmetterci nozioni, conoscenze o indicazioni su come comportarci, ha iniziato ad occuparsi di noi. […] Ripensiamo a quei due, al maestro e all’allievo: si guardano l’un l’altro, e ciascuno di loro ha davanti la presenza dell’altro, con tutta la sua realtà, la sua perfezione e imperfezione – che qui non sono sinonimo di inadeguatezza, di malattia, di carenza, ma di identità. Chi fa formazione guarda alle persone come sono, prima ancora che come dovrebbero o potrebbero essere: ed è così che stabilisce una connessione, che è la condizione di qualsiasi percorso formativo.

[…] Un essere umano che impara, in qualsiasi momento, a qualsiasi età, in qualsiasi situazione, sta crescendo. Questo significa che sta diventando se stesso: e in questo va accompagnato, con cura.